sassuolo oggi quotidiano on line di informazione.
ULTIMA EDIZIONE DEL TG
 

Vapor Europe: tre dirigenti cercano di entrare e vengono bloccati, sul posto Digos e carabinieri

sabato 4 novembre 2017

Dopo la decisione della multinazionale Vapor Europe di rimanere ferma sui licenziamenti nonostante le richieste di sindacalisti e dipendenti, le istituzioni hanno chiesto la convocazione di un tavolo di confronto al ministero dello sviluppo economico. Lo sciopero davanti alla sede della ditta sasssolese sta ormai continuando da tre settimane e proprio ieri pomeriggio la tensione ha raggiunto livelli particolarmente elevati, con i dipendenti che hanno bloccato l'ingresso nell'azienda a tre dirigenti. Sul posto, a causa degli inevitabili contrasti che ne sono derivati, si sono recati alcuni agenti della Digos e i carabinieri. “Per fortuna – ha affermato il delegato Rsu della Fim-Cisl Sebastiano Carta – non ci sono stati momenti di tensione fisica né un tentativo di sgomberarci, ma noi rimaniamo fermi nella nostra volontà: non entrerà nessuno. La nostra richiesta è una sola: nessun licenziamento, il ritiro della richiesta di esubero e un piano industriale serio, non di dismissione, che faccia ripartire la produzione”. Posizione diversa per i dirigenti, secondo cui l'immobilismo è dannoso. “Dopo tre settimane di blocco rischiamo di non adempiere a scadenze burocratiche e di perdere i contatti con i clienti e di conseguenza le commesse che permetterebbero alla ditta di lavorare una volta riaperta, specie se tutto dovesse andare per il meglio”.


[hlbSx]
 
[hlbDx]


  • Dueassi pratiche auto
  • Sassuolo in Vetrina
  • Piemme
  • Marca Corona

  • Estintori Cabrini
  • Fiorano Oggi