sassuolo oggi quotidiano on line di informazione.
ULTIMA EDIZIONE DEL TG
 

Riduzione dell’offerta formativa, Savigni: “Gravissime e inaccettabili affermazioni dell’assessore”

Riduzione dell’offerta formativa, Savigni: “Gravissime e inaccettabili affermazioni dell’assessore”

lunedì 7 ottobre 2019
di Eleonora Alboresi

Non si placa la questione riguardante la riduzione dell’offerta formativa che vede contrapporsi Maria Savigni e Corrado Ruini. Il consigliere Pd, insieme a Giulia Pigoni e Serena Lenzotti, nel corso dell’ultima seduta del consiglio comunale aveva presentato un’interrogazione su questo tema, a cui l’assessore alla pubblica istruzione Ruini aveva risposto affermando che: “Sono stati cancellati 20 progetti di cui 13 con 0 presenze l’anno precedente, quindi di fatto inesistenti. Questo attacco in cui si parla di scuola povera di progetti formativi conferma quel complesso di superiorità intellettuale che io definisco snobismo morale, comprensibile per chi forse non ha ancora digerito l’esito democratico delle ultime elezioni”. “Gravissime e inaccettabili – sono insorte Savigni e Pigoni – le affermazioni dell’assessore Ruini. Al di là dei numeri, quello che preoccupa è l’oggettivo impoverimento dell’attività formativa, che è indice della ristrettezza di visione di questa giunta. L’assessore ha rigettato un progetto sulla violenza di genere, rifiutando un finanziamento regionale dedicato a questo tema, perché teme lo strisciante diffondersi della teoria gender... Le motivazioni dell'assessore Ruini non hanno nulla a che fare con questo progetto, che ha come finalità la promozione del rispetto della donna nella comunità sociale. Ma di certi argomenti a scuola non si deve parlare. Come non si deve parlare di migrazione, altro progetto cancellato. O se ne dovrà parlare solo secondo "il messaggio politico che in tema educativo e culturale " la giunta vorrà imporre: sono le parole dell'assessore stesso, che, forse inconsapevolmente, dichiara apertamente che l'educazione avrà, sotto il suo mandato, uno specifico fine politico. Una finalità preoccupante: questa davvero è l'imposizione di una gabbia culturale. Parole che mai in passato, anche con giunte di diverso colore politico, si erano sentite. Il mondo della scuola è avvertito”.


 


  • Studi cognitivi Sassuolo
  • Impresa funebre
  • Vodafone Store
  • Salmon Trade
  • Marca Corona ceramiche

  • Fiorano Oggi
  • Estintori Cabrini