sassuolo oggi quotidiano on line di informazione.
ULTIMA EDIZIONE DEL TG
 

Maggioranza e PD: è scontro sulla riqualificazione dell’immobile di via Respighi

Maggioranza e PD: è scontro sulla riqualificazione dell’immobile di via Respighi

sabato 3 aprile 2021
di Paolo Braglia

Durante l’ultimo consiglio comunale è stata approvata la convenzione tra il Comune e l’impresa aggiudicatrice dell’immobile di via Respighi 75 per la gestione e l’assegnazione di 24 unità abitative in housing sociale con la locazione a canone calmierato. Un intervento con il quale si intende andare incontro alle esigenze di cittadini che non possono permettersi l’acquisto di un immobile, ma che non rientrano nei parametri di assegnazione degli alloggi ERP. “L’intervento in questione – spiegano dal PD sassolese - viene definito di housing sociale, ma leggendo il bando non viene individuato un’effettiva realizzazione di questo principio”. Secondo il circolo PD cittadino, infatti, oltre all’applicazione di affitti calmierati, ad oggi non è stata prevista una partecipazione dei residenti nella riqualificazione dell’edificio, non risultano destinati all’uso della comunità locali ristrutturati e non è noto se si è pensato di utilizzare i proventi della vendita di via Respighi 46 e di via don Minzoni per rendere maggiormente accogliente il quartiere. In conclusione, per i dem “un intervento serio forse avrebbe richiesto una programmazione più ampia fondata sulle reali esigenze del quartiere”.

Dai banchi della maggioranza, invece, il capogruppo di Forza Italia, Davide Capezzera, definisce l’accordo “una bellissima notizia per il quartiere” in quanto porterà alla riqualificazione dell’area e “si garantisce un servizio a quella fascia di cittadini che non rientra nei parametri per gli alloggi ERP, ma si trova in una situazione economica difficile”. Capezzera spiega che la giunta è consapevole delle necessità di operazioni di riqualificazione del quartiere, ma – sempre secondo l’esponente di Forza Italia - l’intervento in questione, come la costruzione di casette di legno presso l’area dell’associazione “Orti e Bonsai Albero d’Oro”, dimostra l’attenzione dell’amministrazione verso i cittadini di quella zona. “L’opposizione – sostiene Capezzera - non ha votato a favore di questa iniziativa non capendo l’opportunità di questo accordo, anzi è arrivata ad apostrofare questa operazione come una ghettizzazione del quartiere”.

Sulla questione è intervenuta anche Sharon Ruggeri, assessore alle politiche sociali: “Il nostro compito è di dare le stesse possibilità ed opportunità di realizzazione a tutti i cittadini. Questa operazione di housing sociale non risolve sicuramente i problemi di tutta la cosiddetta “fascia grigia”, ma è un segnale concreto che per noi non esistono cittadini di seria A o di serie B”.



 


  • Volley Sassuolo
  • Impresa funebre

  • Fiorano Oggi