sassuolo oggi quotidiano on line di informazione.
ULTIMA EDIZIONE DEL TG
 

A Sassuolo nascono "Via Pierangelo Bertoli" e "Via Edmondo Gatti"

A Sassuolo nascono "Via Pierangelo Bertoli" e "Via Edmondo Gatti"

venerdì 13 maggio 2022

Due strade intitolate a Pierangelo Bertoli e ad Edmondo Gatti a Sassuolo. Un tema, quello dell'intitolazione di una via della città a Bertoli, nato nei mesi scorsi in consiglio comunale, con la capogruppo dem Maria Savigni che aveva portato all'attenzione dei presenti un ordine del giorno sulla questione, poi votato con sì unanime. A stabilire la decisione è stata l'amministrazione comunale. “Considerato che occorre provvedere all'assegnazione della toponomastica – si legge nelle delibere – a nuove aree di circolazione venutasi a creare nell'assetto territoriale del Comune di Sassuolo, l'amministrazione propone l'intitolazione delle nuove strade a Pierangelo Bertoli – cantautore e Edmondo Gatti”. Due uomini con storie diverse, ma legati dalla città natale e da meriti importanti. “Pierangelo Bertoli, - recita ancora la delibera - considerato un vero e proprio cantastorie e una voce sincera della sua terra, fu una figura emblematica della canzone d'autore italiana, con testi diretti e densi di riferimenti sociali. Nato a Sassuolo da una famiglia operaia, a dieci mesi fu colpito da una grave forma di poliomielite che lo privò della funzionalità degli arti inferiori e lo costrinse a vivere muovendosi su una sedia a rotelle. Compiuti i venticinque anni, alcuni amici gli prestarono una vecchia chitarra e in pochi mesi Bertoli imparò a suonarla, tanto che di lì a poco la chitarra divenne il suo strumento di riferimento. Dopo un anno di esercizi da autodidatta, cominciò a comporre le prime musiche per le Canzoni già scritte nella parte testuale, che suonò dapprima di fronte agli amici e poi davanti a platee sempre più vaste, fino alla consacrazione tra i più importanti cantautori italiani. Il legame con la sua terra d'origine, oltre a non allontanarlo dalla sua città natale, gli fece comporre numerose canzoni in dialetto sassolese. Il 1979 è l'anno di “A muso duro”, uno dei suoi album più noti e il primo a conoscere un riscontro su vasta scala; in questo periodo conobbe Bruna Pattacini, che diventò sua moglie e da cui ha avuto tre figli. Si spense a Modena il 07/10/2002”.
“Edmondo Gatti nacque il 22/02/1912 a Sassuolo, fu incline al disegno sino alla tenera età. Entrò all’Istituto d’Arte “Adolfo Venturi” di Modena, uscendone diplomato nel 1932. Seguì dapprima i dettami dell’aquerellista M. Salvarani, appassionandosi sempre più a quel difficile genere di pittura che prediligeva. Si dedicò alla ceramica artistica, alla scultura, alla decorazione murale e alla scenografia. Allestì numerose mostre personali a Roma, Stresa, Pallanza, Intra, Cremona, Modena, inoltre partecipò a mostre nazionali, ottenendo ottimi attestati di riconoscimento. La sua promettente attività fu interrotta nel 1946 a causa di un grave incidente stradale, le cui conseguenze ne provocarono la morte avvenuta a Modena il 31/07/1954”.


 


  • Volley Sassuolo
  • Impresa funebre

  • Fiorano Oggi